elezioni
elezioni

Il governo ha preso la decisione: sarà Election Day. Il 2024 prevede diverse elezioni nel nostro paese. Le date da segnare sul calendario anche scolastico sono quelle dell’8 e 9 giugno con una accorpamento in un’unica chiamata dei cittadini al voto per Elezioni Europee, Elezioni Regionali e Elezioni Amministrative. Naturalmente questi due ultimi appuntamenti elettorali non ovunque nel nostro paese. Quindi il voto alle Europee che interessa tutta l’Italia e che si tiene sabato 8 e domenica 9 giugno fa in modo che anche le Amministrative e le Regionali si terranno di sabato e di domenica e non di domenica e lunedì come tradizione dei più recenti appuntamenti elettorali nel nostro Paese.

Election Day, ecco le date e dove si va al voto

Il provvedimento approvato in Consiglio dei ministri accorpa nelle stesse date di sabato 8 e domenica 9 giugno le Elezioni Europee, le Elezioni Regionali che sono previste in Piemonte, in Basilicata e in Umbria e le Elezioni Amministrative con quasi 4.000 comuni al voto. Tra questi ci sono Ascoli Piceno, Avellino, Bari, Bergamo, Biella, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Cremona, Ferrara, Firenze, Forlì, Lecce, Livorno, Modena, Pavia, Perugia, Pesaro, Pescara, Potenza, Prato, Reggio Emilia, Rovigo, Sassari, Verbania, Vercelli e Vibo Valentia. Bari, Cagliari, Campobasso, Firenze, Perugia e Potenza sono anche capoluogo di Regione. In alcune realtà italiane come ad esempio Biella, Potenza, Verbania e Vercelli i cittadini al seggio si vedranno consegnate tre tessere elettorali.

Le novità sul mandato dei sindaci nei Comuni

Via libera del Consiglio dei ministri anche alle novità per le elezioni dei sindaci dei piccoli comuni: come ha spiegato il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi in quelli tra 5mila e 15mila abitanti si potrà arrivare al terzo mandato invece dei due attuali, mentre sotto i 5mila viene eliminato ogni limite di mandato.