percorsi abilitanti
corsi abilitanti

Percorsi abilitanti formativi all’insegnamento, sono 1458 i corsi complessivamenti validati dall’Agenzia di valutazione ANVUR (per l’esattezza 1144 corsi per i CFU e 314 corsi per i CFA). Delle oltre 1500 proposte formulate dalle Università e dalle istituzioni AFAM, la stragrande maggioranza è stata approvata. Tuttavia, il decreto di accreditamento del Ministero dell’Università si fa ancora attendere: senza il decreto MUR, infatti, gli atenei non possono ancora pubblicare i bandi con l’offerta formativa e la procedura per le iscrizioni.

Percorsi abilitanti docenti, 1458 corsi autorizzati: ecco dove

I numeri relativi ai corsi autorizzati dall’ANVUR sono stati diffusi dal quotidiano economico Il Sole 24 Ore, nell’edizione di oggi, lunedì 12 febbraio 2024. Per quanto riguarda la ripartizione geografica dei corsi, viene sottolineato come, questa volta, ci sia maggior equilibrio tra Nord, Centro e Sud. Al Nord, l’Università Ca’ Foscari di Venezia proporrà ben 42 corsi formativi mentre, per quanto riguarda il Sud, le offerte formative delle Università di Salerno e di Messina raggruppano 40 corsi ciascuna. Anche l’Università di Cassino proporrà un buon numero di corsi (39). Il numero complessivo dei posti autorizzati, riporta Il Sole 24 Ore, si aggira intorno ai 47mila.

Chi può iscriversi

Potranno iscriversi ai percorsi da 60 CFU i laureati magistrali e i laureandi in una magistrale o a ciclo unico (a condizione che abbiano già conseguiti 180 crediti). I corsi prevedono 20 CFU di tirocinio diretto e indiretto, per ognuno dei quali occorrono 12 ore in presenza. Una volta ottenuti i CFU, gli aspiranti dovranno superare una prova finale rappresentata da uno scritto (basato su un’analisi critica di episodi e problematiche osservati durante il tirocinio) e da una lezione simulata di 45 minuti riguardante la didattica innovativa.

Previsti anche i corsi da 30 o 36 CFU. Nel primo caso, interessano i docenti con 3 anni di servizio nelle scuole statali o paritarie di cui almeno uno nella specifica classe di concorso e i docenti che hanno superato il concorso senza essere in possesso dell’abilitazione. I percorsi da 36 CFU riguardano chi è in possesso dei 24 CFU, acquisiti con il vecchio ordinamento e deve prendere i restanti 36. Chi possiede già un’abilitazione su altra classe di concorso o sul sostegno potrà conseguire, fermo restando il possesso del titolo, un’altra abilitazione acquisendo 30 CFU.