Tra circa un mese le scuole vedranno lo stop legato alle vacanze di Pasqua 2024, ma tutti guardano già oltre alle festività e ai ponti attesi per i mesi successivi, nella speranza di strappare qualche giorno in più di pausa dalle lezioni. La seconda parte dell’anno scolastico 2023/2024 sarà ricco di ponti? Scopriamolo insieme vedendo cosa riserva il calendario scolastico 2023/24 per le festività nazionali attese da qui a giugno.

Feste nazionali del calendario dei primi 6 mesi del 2024

Le festività nazionali del calendario scolastico 2024, quelle obbligatorie e che tutti rispettano, sono fissate annualmente con nota ministeriale. Oltre alle domeniche e alla festa del Santo Patrono, troviamo:

  • il 1° gennaio, Capodanno;
  • il 6 gennaio, Epifania;
  • il lunedì dopo Pasqua;
  • il 25 aprile, anniversario della Liberazione;
  • il 1° maggio, Festa del Lavoro;
  • il 2 giugno, festa nazionale della Repubblica.

I ponti possibili per quel che resta dell’a.s. 2023/24

Tolto che la Pasquetta rientra tra le festività pasquali indicate dal calendario scolastico e uguali per tutti, vediamo le altre feste rimaste cosa ci riservano.

  • Festa della Liberazione e Festa del Lavoro: il ponte più lungo dell’anno sarà questo, quello che va dal 25 aprile al 1° maggio. La festa della Liberazione cade di giovedì, per cui alcune regioni hanno deciso di fare un lungo ponte chiudendo anche venerdì e sabato. Altre, considerando che il 1° maggio cade di mercoledì, chiuderanno il 29 e il 30 aprile (lunedì e martedì). Le singole scuole potranno decidere, sempre in base all’autonomia scolastica. Inutile dire, che se si intende fare una settimana di vacanza, questo ponte lungo offre l’opportunità perfetta saltando 2 soli giorni di scuola.
  • Festa della Repubblica: nel 2024 cade di domenica, per cui quest’anno niente ponte e niente stop per la festa.