La polizia carica i docenti, il racconto dell’insegnante Barbara Gentili

0
35
polizia
polizia

Polizia

RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK

 

Barbara Gentili : “Eravamo davanti al MIUR e avevamo finito di ascoltare gli interventi di Piero Bernocchi e Stefano d’Errico.

Ci siamo allora messi in corteo e ci hanno detto che se eravamo 400 ci avrebbero fatto passare in corteo, ci hanno contato ed eravamo di più e allora ci hanno detto che dovevamo essere in 500 e che dovevamo aspettare un altro pezzo di corteo.

Poi quando ci ha raggiunto l’altro pezzo di corteo ci hanno detto che dovevamo essere ancora di più.

Noi gridavamo “corteo corteo “.

 

RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK

 

Dopo ci hanno detto che non potevamo partire perché non potevamo bloccare il traffico.

Io ero dietro nello spezzone di corteo bloccato. Allora la polizia è avanzata e ha cominciato a manganellare con almeno due feriti tra i manifestanti.

Non contenti i poliziotti hanno caricato ancora una volta, mentre noi gridavamo “vergogna vergogna”!

Subito dopo ci hanno detto che se nascondevamo le bandiere ci avrebbero fatto passare alla chetichella.

A quel punto eravamo disorientati e stavamo per accettare…ma quando hanno detto che persino i cappelli dovevamo togliere e le bandiere indossate da alcuni (c’è chi può sindacare sul come ci si veste?) tutti abbiamo ripreso le bandiere e abbiamo fatto un’assemblea in presidio in diretta Rai news 24 denunciando la VERGOGNA delle cariche!!!!

Noi siamo EROI perché difendiamo la scuola pubblica anche per educare i figli dei poliziotti!

“Il Messaggero “ diffonde false notizie! I poliziotti ci hanno caricato e nessun poliziotto è stato toccato!!!
Vergogna!!!!”

GUARDA IL VIDEO

L’insegnante

Barbara Gentili

 

RESTA INFORMATO GRATUITAMENTE SUL MONDO DELLA SCUOLA, ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK, CLICCANDO qui O CLICCA “MI PIACE” SULLA PAGINA FACEBOOK