Scuola, la rivincita di docenti e ATA contro il Miur: ecco i numeri ufficiali

0
666
Scuola, la rivincita di docenti e ATA contro il Miur: ecco i numeri ufficiali

La rivincita del personale scolastico contro il Miur è rappresentata dai molteplici ricorsi che hanno dato ragione a docenti e ATA. Lo sottolinea il sindacato Anief che, in occasione della XVIII conferenza nazionale dei legali, svoltasi a Roma, ha snocciolato i numeri dei successi ottenuti contro l’amministrazione centrale.

Scuola, la rivincita di docenti e ATA contro il Miur: 135 sentenze favorevoli solo negli ultimi due mesi

L’apice dell’azione sindacale si è avuta negli ultimi due mesi, con i giudici del lavoro che in occasione di ben 135 sentenze hanno espresso parere favorevole ai docenti e Ata della scuola su risarcimento danni per mancata assunzione e altre lesioni di diritti, ma anche per la mancata applicazione degli scatti di anzianità pure ai precari, per irregolarità nei trasferimenti, utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie (ad iniziare dall’algoritmo “impazzito” 2016/17 che ha costretto tanti docenti neo-assunti a spostarsi di centinaia di chilometri), oltre che per ricostruzioni di carriera al risparmio, che considerano ad esempio solo una parte del periodo pre-ruolo, e l’illegittima cancellazione del primo “gradone” stipendiale di chi è stato assunto a tempo indeterminato.

Scuola, i numeri dei ricorsi vinti da Anief contro il Miur

Da un quadro complessivo degli ultimi cinque anni, pertanto, sono stati 40.179 i docenti, gli amministrativi, tecnici e ausiliari della scuola che si sono affidati all’Anief, ottenendo dall’impugnazione quanto da loro richiesto. Nello specifico, sono 22.504 gli aspiranti docenti che, grazie al ricorso, hanno avuto la possibilità di essere inseriti nelle Graduatorie d’istituto e nelle Graduatorie ad Esaurimento, 11.903 i candidati ricorrenti che hanno potuto partecipare alle procedure concorsuali. Altri 1.051 hanno presentato ricorso, con successo, poiché idonei al concorso a cattedra ma per il Miur non inseribili nelle Graduatorie di Merito del concorso 2016 perché collocati oltre il 10%. Ci sono, poi, 4.721 ricorrenti che hanno potuto partecipare ai percorsi abilitanti.

Pacifico: ‘Questi risultati sono la risposta migliore a chi dice che stiamo sbagliando’

“Questi risultati – ha detto il presidente Anief, Marcello Pacifico, parlando ai legali confluiti a Roma – sono la risposta migliore a chi ancora si ostina a dire che il nostro sindacato sbaglia a produrre ricorsi contro le norme errate che l’amministrazione scolastica produce, a danno dei lavoratori e della formazione dei giovani. Aver portato in porto oltre 40mila ricorsi, sempre dopo aver appurato che non esistevano altre vie per ottenere il medesimo risultato, significa che abbiamo intrapreso la strada giusta, dando soddisfazione a tanti lavoratori altrimenti destinati a soccombere. Possiamo quindi assicurare che nei prossimi anni il nostro impegno non arretrerà di un centimetro. Anzi, se i docenti e gli Ata ce lo permetteranno, votandoci in occasione delle prossime elezioni Rsu, previste per il 2018, porteremo avanti la nostra politica sindacale vincente anche in tutti i tavoli di trattativa delle nostre scuole pubbliche”, conclude il presidente del sindacato autonomo.