Bidello: una professione molto ambita, anche da parte dei docenti

0
956
Bidello: una professione molto aspirata, anche da parte dei docenti
Bidello: una professione molto aspirata, anche da parte dei docenti

In tempi di crisi non deve risultare affatto strano che molti cerchino lavori in contesti e ruoli completamente diversi dalla propria formazione originale. Ebbene, quella del bidello sembra essere una delle figure professionali più ricercate in campo scolastico, anche dagli stessi docenti. Secondo i dati di Cisl Scuola sarebbero più di 30 mila le candidature giunte presso gli istituti scolastici del bergamasco per l’inserimento in terza fascia del personale ATA. Le domande per rientrare nelle graduatorie ATA III fascia si rinnovano ogni triennio e quest’anno gli aspiranti hanno avuto tempo fino al 30 Ottobre per presentare la propria candidatura alla scuola capofila. Le posizioni per cui ci si candida possono essere quelle di bidello, cuoco, assistente tecnico-amministrativo, infermiere e guardarobiere.

Bidello e personale ATA: numerose domande per il nuovo triennio 

Quelli previsti dal personale ATA sono ruoli tutto sommato molto ricercati, in quanto rappresentano una possibilità concreta di lavoro. Non a caso quest’anno le domande per le varie figure professionali previste (tra cui quella di bidello) sono state inviate da una fetta molto consistente della popolazione. Tra questi aspiranti troviamo numerosi giovani neodiplomati che cercano di lavorare per la prima volta, magari proprio all’interno del mondo scolastico, oppure più semplicemente, coloro che rinnovano la propria candidatura.

Basti pensare che tra questi ci sono anche docenti precari che cercano ulteriori sbocchi lavorativi all’interno della scuola. Tra gli aspiranti troviamo anche diversi lavoratori dipendenti di aziende private in condizioni non particolarmente rosee. Insomma, in tempi di crisi come questi non ci si può certo permettere di fare gli schizzinosi e si analizzano tutte le varie opportunità ed alternative lavorative.

Personale ATA: rimandato di un anno l’aggiornamento delle nuove domande

Secondo le ultime notizie, il Ministero dell’istruzione ha deciso di spostare di un anno la validità delle graduatorie ATA III fascia previste per l’anno scolastico 2017/2018. Con tale decreto sono state dunque prorogate le vecchie graduatorie. Inoltre, sarà rimandato, sempre di un anno, l’aggiornamento delle graduatorie, con l’obiettivo di aiutare le segreterie scolastiche nel “metabolizzare” tutte le richieste.

Fonte:

Ecodibergamo.it

Orizzontescuola.it

Per rimanere aggiornato sulle tematiche di tuo interesse, ti consigliamo di seguire le nostre pagine Facebook dedicate ad altri argomenti:

Iscriviti alla Newsletter di Scuolainforma!

Se decidi di iscriverti alla nostra Newsletter potrai ricevere ogni sera tutte le notizie e gli aggiornamenti sul mondo della scuola e della Pubblica Amministrazione direttamente nella tua casella di posta elettronica.
 
CONDIVIDI
Articolo precedentePubblicato decreto di proroga graduatorie ATA
Prossimo articoloCalendario NoiPA, dicembre 2017: le date per stipendi e cedolini

Marco Della Corte è nato il 4 Agosto 1988. Si è laureato in Filologia classica e moderna presso il Dipartimento di Lettere e Beni culturali di Santa Maria Capua Vetere, con una tesi di Storia delle religioni riguardante il femminino sacro nell’Antica Grecia. Giornalista pubblicista, Della Corte è un redattore esperto di scuola, politica e cronaca nera, non disprezzando tematiche più leggere come il gossip e le serie televisive.