Scuola, Personale senza stipendio: lo Stato non eroga 900mila euro

Scuola, Personale senza stipendio: lo Stato non eroga 900mila euro
Scuola, Personale senza stipendio: lo Stato non eroga 900mila euro

Scuola, ultime notizie 13 giugno 2018 – Un comunicato stampa dell’ANQUAP, l’Associazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche, mette in luce la grave situazione che stanno vivendo molti lavoratori (non solo precari) circa le loro mancate retribuzioni.

L’Associazione, in particolare, denuncia in maniera plateale le gravi colpe imputabili espressamente allo Stato, attraverso il Mef e il Miur, colpevoli della mancata erogazione dei fondi necessari alle scuole in cui molti di questi lavoratori prestano attualmente il loro servizio.

Ecco il comunicato stampa ANQUAP

LO STATO NON FINANZIA LE SCUOLE E LE SCUOLE NON POSSONO PAGARE IL PERSONALE

Lo Stato – attraverso il MEF ed il MIUR – deve erogare alle scuole i fondi contrattuali e di legge destinati a remunerare le prestazioni aggiuntive rese a vario titolo dal personale docente e ATA nell’a.s. 2017/2018.

Questi finanziamenti – già stanziati nel bilancio dello Stato – riguardano il fondo d’istituto, le funzioni strumentali, gli incarichi specifici e le ore eccedenti per le sostituzioni dei docenti assenti (in alcuni casi anche le attività complementari di educazione fisica e le aree a rischio).

In aggiunta ai finanziamenti descritti sono da menzionare anche quelli destinati alla valorizzazione professionale del personale docente.

Il complesso dei finanziamenti in parola ammonta a circa 900 mln di euro, che vengono gestiti dalle singole scuole attraverso il sistema NoiPA “governato” dal MEF. Affinché la gestione delle scuole si concretizzi, il MEF (d’intesa con il MIUR) deve caricaresui POS delle scuole i fondi alle stesse spettanti.

A tutt’oggi il caricamento dei fondi per tutto l’a.s. 2017/2018 non è avvenuto e le scuole non possono pagare il personale che in larga misura ha già ultimato le prestazioni.

L’atteggiamento del MEF e del MIUR è assolutamente intollerabile e privo di giustificazioni: lo denunciamo con fermezza ed invitiamo i competenti uffici ministeriali a provvedere con la massima urgenza.

Questi i compensi da pagare per la Scuola:

  • l’indennità di direzione al DSGA ed al suo sostituto;
  • le prestazioni aggiuntive dei docenti per attività di insegnamento, quelle funzionali all’insegnamento, le collaborazioni con il Dirigente scolastico e le funzioni strumentali;
  • la valorizzazione professionale dei docenti;
  • le prestazioni aggiuntive del personale ATA e gli incarichi specifici.

Lì, 13.06.2018

Fonte: ANQUAP

Per rimanere aggiornato sulle tematiche di tuo interesse, ti consigliamo di seguire le nostre pagine Facebook dedicate ad altri argomenti:

Iscriviti alla Newsletter di Scuolainforma!

Se decidi di iscriverti alla nostra Newsletter potrai ricevere ogni sera tutte le notizie e gli aggiornamenti sul mondo della scuola e della Pubblica Amministrazione direttamente nella tua casella di posta elettronica.