Bussetti smentisce terza graduatoria

Bussetti smentisce terza graduatoria

Il ministro Bussetti, come scrive OS, smentisce una terza graduatoria per i diplomati magistrali. Il malinteso è stato prodotto da un articolo pubblicato ieri da Italia Oggi. Ne abbiamo parlato in un altro nostro articolo pubblicato ieri nel quale riprendevamo quanto detto circa l’abolizione del limite dei 36 mesi. Rimettiamo di seguito le dichiarazioni del ministro riportate su Orizzonte Scuola.                              

Le precisazioni di Pittoni

La redazione di Scuolainforma ha sentito anche il senatore Pittoni circa le notizie circolate ieri sulla questione dei 36 mesi. Il neo presidente della VII Commissione Senato ha precisato che si tratta del lavoro per superare la questione del comma 131 del divieto di conferire supplenze oltre il limite dei 36 mesi. Questo è totalmente slegato dalla soluzione al problema sorto con la sentenza in adunata plenaria del Consiglio di Stato dello scorso 20 dicembre 2017. Si vuole cioè evitare che al raggiungimento di questo limite i precari non possano più avere incarichi di supplenza.

Le nostre precisazioni

Il senso del nostro pezzo di ieri, Verso lo sblocco della questione dei diplomati magistrali, era quello di evitare per l’appunto di non poter più lavorare a tempo determinato, in attesa che venisse trovata la quadra al problema dell’impossibilità di essere inseriti in GaE. Malauguratamente, le varie idee messe in campo da chi sta lavorando alla problematica, venivano date per soluzioni certe, complice in questo il titolo scelto da Italia Oggi che riportava precedenza a chi supera i 36 mesi.

Bisogna ancora aspettare

Sui gruppi social si era scatenata la caccia alle informazioni più precise. In particolare è stata l’idea della terza graduatoria, che secondo Italia Oggi avrebbe risolto la questione dei diplomati magistrali, a scatenare la curiosità degli interessati. Il periodo incriminato era “una sorta di riedizione delle graduatorie ad esaurimento alle quali avrebbero accesso tutti i precari triennalisti”. Ad aumentare la confusione ci si è messa all’interpretazione del tutto fantasiosa che qualcuno dava del raggiungimento dei 36 mesi. In molti hanno creduto che ci sarebbe stata l’immissione diretta a raggiungimento di questo limite. TUTTO QUESTO NON E’ AFFATTO VERO! Non bisogna commettere l’errore di confondere divieto di supplenze oltre i 36 mesi con stabilizzazione dei diplomati magistrali. Sono due tematiche completamente diverse.

Per rimanere aggiornato sulle tematiche di tuo interesse, ti consigliamo di seguire le nostre pagine Facebook dedicate ad altri argomenti:

Iscriviti alla Newsletter di Scuolainforma!

Se decidi di iscriverti alla nostra Newsletter potrai ricevere ogni sera tutte le notizie e gli aggiornamenti sul mondo della scuola e della Pubblica Amministrazione direttamente nella tua casella di posta elettronica.