Immissioni in ruolo
Scuola, immissioni in ruolo 2021

Il Nord Italia fa la parte del leone nell’assegnazione delle immissioni in ruolo dei 112.473 posti autorizzati dal Mef per l’a.s. 2021/22. Lo riferisce Anief, che comunica anche altri dettagli.

Assunzioni scuola 2021: dove?

Le assunzioni scuola 2021/22 riguarderanno soprattutto il Nord, spiega il giovane sindacato. Il resto si divide fra centor e Sud.

Quasi 50mila assunzioni si attueranno in sole tre regioni: Lombardia (25.818), Veneto (11.912) e Piemonte (10.985). Al centro si dividono fra il Lazio (10.686), l’Emilia Romagna (9.419) e la Toscana (8.427), che complessivamente si aggiudicano 28.500 assunzioni.

Meno di 25.000 se le aggiudica il Sud, Isole incluse. Ad esempio, in Calabria sono state autorizzate appena 2.226 assunzioni, mentre in Sardegna e Sicilia rispettivamente 3.949 e 4.212. In tutto, Sud e Isole maggiori porteranno a casa, anche se solo sulla carta, 24.800 immissioni in ruolo.

Immissioni, in quali cicli di scuola

A livello di ciclo scolastico, il maggior numero di posti disponibili per le assunzioni 2021 va alla scuola secondaria di II grado (37mila assunzioni a tempo indeterminato) poi la scuola secondaria di I grado (27mila posti) e a seguire la Primaria (oltre 13mila). Ultima la scuola dell’Infanzia, con poco più di 4mila immissioni in ruolo definitive.

I dati del contingente nazionale e la suddivisione regionale sono contenuti nel decreto n. 0228 del 23 luglio 2021.

Anief ricorda pure che il numero delle immissioni nei ruoli è ipotetico. Applicando le norme del Ministero dell’Istruzione, che sono restrittive, oltre la metà delle cattedre non verranno assegnate. questo per il rifiuto di utilizzare i docenti che insegnano da tempo nelle scuole.