Ultime notizie scuola, sabato 13 maggio 2017: a Bologna contestati la ministra Valeria Fedeli, l'ex premier Matteo Renzi e il ministro Poletti.
Dura contestazione a Bologna contro l’ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli e il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, in occasione del convegno organizzato al teatro Testoni dal Partito Democratico sui servizi educativi 0-6 anni.
Come riportato dal quotidiano ‘Repubblica’, un gruppo di giovani insegnanti precari e studenti del collettivo Cseno hanno ‘accolto’ Poletti con slogan del tipo ‘Gioca tu a calcetto’ e ‘Vergogna, vergogna’, mentre alcuni studenti delle scuole Laura Bassi, Serpieri e Minghetti hanno contestato l’alternanza scuola-lavoro.

Ultime notizie scuola, sabato 13 maggio 2017: Fedeli, Renzi e Poletti contestati a Bologna

Contestazioni anche all’ex premier Matteo Renzi, arrivato in ritardo ma anche lui accolto con diversi slogan come “Renzi 6 uno 0”, “Renzi, 0-6 e zero resterai”. Nella sala, un contestatore ha espresso le proprie critiche alla riforma Buona Scuola e l’ex Presidente del Consiglio ha risposto: “Io ho fatto il sindaco e so cosa significa dare servizi 0-6. L’Emilia-Romagna e la Toscana sono due modelli per il resto del paese”. Se ci fossero ovunque questi servizi l’Italia “sarebbe un Paese con più occupazione, più qualità e più crescita economica”.
Anche la ministra Fedeli è stata contestata (‘In-fedeli al lavoro’, ‘Dalla Giannini alla Fedeli gli stessi sfaceli’ sono stati gli slogan gridati dagli insegnanti precari). La riforma 0-6 anni che verrà pubblicata nei prossimi giorni sulla Gazzetta Ufficiale è stata definita dalla ministra Valeria Fedeli come un “salto in avanti culturalmente straordinario. Un investimento culturale e formativo che mancava da anni. Adesso deve diventare un fatto concreto nel Paese.”.