Azzolina sulle supplenze scuola 2020/1: 'Qualcuno vuol far credere il falso'
Azzolina sulle supplenze scuola 2020/1: 'Qualcuno vuol far credere il falso'

Il Sottosegretario di Stato Lucia Azzolina ha inviato gli auguri di Buon Natale ai docenti, ma quello che è successo dopo lascia pensare che sarebbe stato molto meglio evitare questa forma di comunicazione. I diplomati magistrali non hanno ancora digerito il colpo del decreto scuola approvato dal governo formato dai 5 stelle e la reazione dei docenti al comunicato diramato dai 5 Stelle non si è fatta attendere.

Messi alla berlina ancora NO

Premesso che l’espressione di odio e di violenza dovrebbero essere sempre condannate indipendentemente dalla parte politica a cui si appartiene.

Loading...

Da queste forme di comunicazione ci dissociamo tutti.

Non condividiamo il comunicato stampa dei 5Stelle perché i docenti precari NON debbano ESSERE SEMPRE le vittime perfette in un sistema in cui non si fa altro che prendere in giro e distruggere la dignità dei lavoratori della scuola.

Sono state offese, derise e minacciate anche molte colleghe e rappresentanti di gruppi di precari sul web e non solo!

Siamo stati umiliati, giudicati ignoranti e sono state dette e scritte ogni sorta di becera accusa e offesa contro di noi.

Nessuno ci ha difeso, ci hanno solo polverizzato come categoria.

Ma non in campagna elettorale, questo MAI.

Solo dopo la vittoria.

Ora, i politici si assumessero le responsabilità di questo odio generato per la loro inefficienza e soprattutto incapacità politica di ascoltare chi vive nella scuola da personale precarie e da personale stabilizzato.

La scuola è la nostra seconda casa non la loro!

La politica ha il dovere di rispettare il corpo insegnanti e il personale non docenti.

Il rispetto NON È passato su nessun piano di contrattazione perché non è mai esisto tra le parti. I politici preferiscono contrattare con i sindacati che NON RAPPRESENTANO TUTTI I DOCENTI MA SOLO I LORO TESSERATI. (Esiste purtroppo ancora che ci crede). Chi sa perché…

Da noi non aspettatevi alcuna solidarietà, perché “chi semina male non raccoglie nulla”.

Naturalmente NON siamo interessati ad offendere nessuno e a diventare l’ennesimo caso mediatico!

Un governo che calpesta la dignità della sua gente non può aspettarsi solidarietà ma sentite e profonde rimostranze.

Chi ha sbagliato paghi per offese e/o minacce se queste fossero vere MA invito TUTTI I POLITICI A NON OFFENDERE l’intera categoria perché non lo ve lo permettiamo più.

Siamo veramente delusi dal vostro operato.

Con lo stesso ipocrita sorriso auguriamo buone feste a tutti quei politici che non si sono mai degnato di ascoltarci e hanno seminato zizzania tra le parti.

Non siamo stupidi, abbiamo capito i giochi, siamo educatori con un forte senso del dovere e con grande etica morale, culturale e professionale svolgiamo il nostro lavoro, noi siamo rimasti umani.

PS. È il Ministro dell’istruzione che di solito invia gli auguri ai suoi lavoratori. Questi non sono graditi da nessuno di noi.