Personale Ata,
Personale ATA, supplenze: sanzioni per rifiuto o abbandono, istruzioni MI

Nel 2021 è atteso il nuovo decreto per l’aggiornamento delle graduatorie di III fascia ATA. Coloro che non sono ancora inseriti in alcuna graduatoria potranno presentare domanda per poter essere chiamati a svolgere supplenze negli istituti scolastici.

Inserimenti graduatorie III fascia nel 2021

Le graduatorie di III fascia hanno validità triennale: la prossima scadenza è quindi fissata all’anno prossimo. Non si sa ancora la data esatta in cui verrà emanato il decreto ministeriale e soltanto allora si potranno conoscere i termini per poter presentare le istanze. Ripensando al bando precedente e ricordando che fu pubblicato il 30 agosto 2017, il prossimo potrebbe essere previsto sempre a fine estate. Il nuovo bando sarà opportunità di lavoro per chi intende iniziare a lavorare a scuola (esiste anche l’esigua possibilità delle MAD), non soltanto occasione per aggiornare i propri punteggi per chi è già presente in graduatoria.

Loading...

Incrementare il punteggio?

In tanti chiedono come incrementare il punteggio in vista del nuovo aggiornamento delle graduatorie. Sicuramente vanno verificati con attenzione gli eventuali attestati onde evitare di incorrere in certificazioni che poi potrebbero rivelarsi inutili. Bisogna inoltre sapere che l’unico bando ufficiale con tutte le certificazioni realmente valutate è quello vecchio, che potrebbe subire modifiche. Potrebbe accadere che ciò che oggi viene ritenuto valido, al prossimo aggiornamento potrebbe non esserlo o venire valutato in maniera differente.

Profili ATA

I profili professionali principali appartenenti al personale ATA sono il collaboratore scolastico, l’assistente amministrativo e l’assistente tecnico. In numero nettamente inferiore ci sono poi gli infermieri, i cuochi, gli addetti alle aziende agrarie. Per l’inserimento nelle graduatorie gli aspiranti supplenti dovranno essere in possesso del titolo di studio richiesto per ogni profilo professionale. I titoli vengono elencati nel decreto del 30-08-2017.