Il senatore Mario Pittoni con il preside Alfonso D'Ambrosio
Il senatore Mario Pittoni con il preside Alfonso D'Ambrosio

Scuola, continuano le polemiche in merito alle regole troppo complesse (e non applicate in maniera uniforme) per contrastare i possibili contagi Covid nelle scuole. Il vicepresidente della Commissione Cultura al Senato, Mario Pittoni, ha annunciato l’intenzione di rilanciare la proposta anti contagio nelle scuole, fondamentalmente basata su sistemi evoluti di ricambio e pulizia dell’aria.

Scuola, Pittoni: ‘Siamo pronti a ripresentare la proposta anti contagio nelle scuole’

In un messaggio pubblicato sul proprio profilo Facebook, il senatore Pittoni annuncia: ‘Siamo pronti a ripresentare la proposta anti contagio nelle scuole basata principalmente su sistemi evoluti di ricambio e pulizia dell’aria, progetto al quale lavoriamo dal 2020.

In occasione dello scorso Milleproroghe il nostro emendamento al riguardo fu dichiarato inammissibile. Ora, visto il clima favorevole, siamo alla ricerca del provvedimento più adatto a promuovere un’operazione che ha i suoi costi, coinvolge significativamente gli enti locali, ma può ridurre drasticamente il rischio di dover ricorrere alla didattica a distanza

‘La norma che proponiamo – spiega il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega – dispone l’adozione di “quanto utile a evitare il contagio da Covid-19 in tutti i locali della struttura scolastica, ivi compresi quelli dedicati alle attività amministrative e collegiali, come sistemi di aerazione forzata a ciclo continuo con controllo dei dati ambientali, sistemi di ventilazione meccanica a recupero di calore, sistemi di ventilazione e sanificazione dell’aria con filtri, dispositivi a raggi UV tipo C o basati su principi bio-chimico-fisici e tecnologie a certificazione europea (la cui efficacia è confortata anche da studi universitari) basate sulla fotocatalisi naturale oltre al trattamento delle superfici con prodotti antivirali e antibatterici. 

In particolare la ventilazione meccanica controllata è, tra l’altro, misura utile sia per la salubrità degli ambienti interni sia – ha concluso Pittoni – in ottica di risparmio energetico ed ecosostenibilità’.