stipendi
Soldi arrotolati

Anche per quest’anno scolastico, sono tantissime le nomine a tempo determinato conferite ai docenti precari della scuola: nel 2021/22 infatti si arriverà a circa 150 mila supplenze, secondo quanto riporta uno studio condotto dal sindacato Flc Cgil. I precari restano quindi una fondamentale risorsa per il funzionamento della scuola: svolgendo in maniera regolare il proprio lavoro, hanno diritto a ricevere il relativo stipendio nei tempi corretti e previsti. Vediamo quale la tempistica e la procedura di pagamento.

Stipendio pagato non sempre in tempo

Purtroppo, uno dei problemi che devono fronteggiare i docenti precari impiegati in supplenze temporanee è quello relativo al pagamento dello stipendio. In molti infatti si chiedono quando potranno riceverlo, se arriverà in tempo, se ci saranno ritardi, quando potranno riscuotere gli arretrati: nonostante il servizio svolto regolarmente, tanti docenti si ritrovano a dover attendere ancora rate stipendiali di maggio e giugno scorsi. Questi inaccettabili ritardi si sono verificati specialmente per il personale assunto come organico Covid, motivo questo che fa tentennare nell’accettazione di un ulteriore simile contratto.

Procedura di pagamento

Il pagamento dello stipendio per il docente con contratto a tempo determinato segue la seguente procedura:

  • La segreteria formalizza la presa di servizio;
  • Inserisce i dati del docente sul SIDI (sistema informatico del MI) e li invia a NOIPA;
  • NOIPA acquisisce i dati e si preoccupa di gestire il relativo trattamento economico;
  • La scuola provvede a verificare la somma elaborata da NOIPA;
  • Se ci sono variazioni sul calcolo effettuato da NOIPA dovute ad esempio ad assenze, ANF, ferie non godute, le trasmette di nuovo a NOIPA. In assenza di cambiamenti autorizza il pagamento dello stipendio.

Emissioni speciali mensili

Ogni mese, NOIPA effettua due emissioni speciali di stipendio, la prima entro il 18° giorno, la seconda a fine mese, in genere contemporaneamente a quella ordinaria. Dal momento in cui avviene l’emissione straordinaria passano circa 10 giorni lavorativi prima che lo stipendio venga accreditato.

Generalmente, per gli incarichi ricevuti a fine settembre – inizio ottobre, il docente potrebbe ricevere il relativo stipendio a novembre.